Lavoro

Rifiuto del corso di formazione nell’orario stabilito dal datore di lavoro

La Cassazione – con ordinanza del 10 maggio 2024, n. 12790 – ha ritenuto legittimo, quale misura di sicurezza, collocare in aspettativa non retribuita il lavoratore che si rifiuta di frequentare il corso in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro nell’orario stabilito dal datore di lavoro. Al riguardo, la Suprema Corte – nel […]

Rifiuto del corso di formazione nell’orario stabilito dal datore di lavoro Leggi tutto »

Fondimpresa: pubblicato l’Avviso n. 3/24 sulle Politiche Attive del Lavoro

Fondimpresa – con l’Avviso n. 3/2024, recante “Interventi sperimentali relativi al sistema delle Politiche Attive del Lavoro a favore di disoccupati e/o inoccupati” – ha inteso finanziare la realizzazione di Piani formativi finalizzati all’acquisizione di abilità e competenze che favoriscano la crescita professionale e l’occupabilità dei lavoratori e, più nello specifico, finalizzati a incentivare la realizzazione

Fondimpresa: pubblicato l’Avviso n. 3/24 sulle Politiche Attive del Lavoro Leggi tutto »

Indumenti di lavoro assimilati ai DPI ed onere del datore di lavoro di mantenerne l’efficienza

La Cassazione – con sentenza del 6 maggio 2024, n. 12126 – è intervenuta nuovamente in materia di tutela delle condizioni di igiene e sicurezza dei luoghi di lavoro, ribadendo che la nozione legale di dispositivi di protezione individuale (DPI) non è limitata alle attrezzature appositamente create e commercializzate per la protezione di specifici rischi

Indumenti di lavoro assimilati ai DPI ed onere del datore di lavoro di mantenerne l’efficienza Leggi tutto »

Ribadito il diritto del dipendente all’accesso ai propri dati

Il Garante per la protezione dei dati personali – con Newsletter del 3 maggio 2024, n. 522 – ha ribadito che i lavoratori hanno diritto di accedere ai propri dati conservati dal datore di lavoro, a prescindere dal motivo della richiesta. Nel dettaglio, il Garante ha osservato che, in via generale, il diritto di accesso ha lo

Ribadito il diritto del dipendente all’accesso ai propri dati Leggi tutto »

Illegittimità del licenziamento del dipendente in malattia che svolge altre attività lavorative

La Cassazione – con sentenza del 6 maggio 2024, n. 12152 – ha ribadito che lo stato di malattia non è di per sé motivo di astensione dallo svolgimento di qualsiasi tipo di attività, ricreativa o lavorativa, da parte del lavoratore infermo: in tal senso, in ragione alla natura e alle caratteristiche della patologia denunciata, non

Illegittimità del licenziamento del dipendente in malattia che svolge altre attività lavorative Leggi tutto »

Licenziamento per GMS e mancato raggiungimento dell’obiettivo nel lavoro subordinato

La Cassazione – con sentenza n. 10640/2024 – ha ribadito che ai fini del perfezionamento del licenziamento per scarso rendimento è necessario un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali da parte del lavoratore dipendente, ex art. 1453 cod. civ. (“Nei contratti con prestazioni corrispettive, quando uno dei contraenti non adempie le sue obbligazioni, l’altro può a sua scelta

Licenziamento per GMS e mancato raggiungimento dell’obiettivo nel lavoro subordinato Leggi tutto »

Start up femminili ed intelligenza artificiale

Nel dettaglio, il bando Women TechEU 2024 mira a sostenere le donne imprenditrici, ricercatrici e leader nel settore tecnologico, offrendo loro finanziamenti, mentorship e visibilità per sviluppare e scalare le proprie iniziative. L’obiettivo principale è ridurre il divario di genere nel settore tecnologico, incoraggiando più donne a intraprendere carriere nel campo della scienza, della tecnologia,

Start up femminili ed intelligenza artificiale Leggi tutto »

Retribuzione erogata al lavoratore ed onere della prova in capo al datore di lavoro

La Cassazione – con ordinanza del 19 aprile 2024, n. 10663 – ha affermato che, una volta accertata la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato, è in capo al datore di lavoro l’onere di provare il pagamento della retribuzione. Al riguardo, la Suprema Corte ha precisato che l’obbligo a carico del datore di lavoro, ex art. 1,

Retribuzione erogata al lavoratore ed onere della prova in capo al datore di lavoro Leggi tutto »

Fringe benefit: riaperta la procedura per inviare i flussi telematici

L’INPS, con il Messaggio n. 1436 del 10 aprile 2024 , comunica la riapertura della procedura online per inviare i dati delle somme erogate a titolo di fringe benefit e di stock option ai lavoratori pensionati nel corso dell’anno d’imposta 2023, nei confronti dei quali l’INPS svolge attività di sostituto d’imposta. La riapertura permette la trasmissione dei

Fringe benefit: riaperta la procedura per inviare i flussi telematici Leggi tutto »